Risultati affini

| Corporate

Rete: FC Ingolstadt acquista skill.lab

La paura del portiere davanti a un calcio di rigore è leggendaria e si è conquistata un posto nella letteratura. E anche quella dell’attaccante, come ha dichiarato una volta il nazionale tedesco Gerald Asamoah: “Finalmente ho la palla, ed è sempre quello il mio problema”. Ai calciatori professionisti viene richiesto di affrontare lo stress e mantenere la visione d’insieme; per non parlare di controllo e passaggio perfetto. La cosa è bella è che si possono imparare, allenare e perfezionare tutti questi aspetti con lo skill.lab di Anton Paar SportsTec.

Lo skills.lab è un sistema avanzato di allenamento per il calcio, in parte virtuale. Sei proiettori proiettano situazioni di gioco e compiti sulle pareti di un mini stadio esagonale con un diametro di circa 20 m. Quattro macchine sparano il pallone in piano o in alto e velocità fino a 130 km/h: sta poi al giocatore intervenire. Stop, volée, passaggio, tiro, angolo alto o basso, incrocio dei pali o tunnel: vengono assegnati dei punti per tutto. “Al momento offriamo 50 diversi programmi di allenamento, ognuno con cinque livelli di difficoltà”, spiega il direttore amministrativo di Anton Paar SportsTec, Michael Lang. Inclusa l’esultanza per il goal e proteste per il calcio di rigore da far male alle orecchie. Solo che in uno stadio è più realistico. Diversi laser e telecamere osservano il giocatore e consentono analisi dettagliate dei punti di forza e delle debolezza. Possono utilizzarlo fino a quattro calciatori per volta.

La strategia dell’FC Ingolstadt si basa su questo sofisticato sistema di allenamento, controllato solo da un tablet. Il contratto è stato appena firmato e lo skill.lab di Ingolstadt entrerà in funzione nella primavera del 2019. L’accordo include un contratto di manutenzione pluriennale. “Abbiamo prevalso sulla concorrenza più favorita di Germania, Spagna e Cina perché il nostro sistema è più potente”, afferma Michael Lang. Il club della serie B tedesca utilizzerà il sistema per sviluppare ulteriormente i suoi talenti interni. Inoltre, lo skill.lab di Ingolstadt sarà disponibile come strumento di riferimento per i clienti in visita.

C’è un grande interesse per questo sistema di allenamento in Europa e negli Stati Uniti. “Dopo tanti anni di investimenti e di sviluppo, abbiamo conquistato il primo cliente, ed è solo l’inizio Vista la nostra superiorità tecnica, seguiranno altri club importanti. L’intero team merita un elogio per aver sviluppato negli ultimi anni un sistema così eccezionale partendo da zero, con un grande impegno”, afferma Jakob Santner, direttore amministrativo anche di Anton Paar SportsTec.