2018-05-17 | Corporate

Alto potenziale

La sesta lettera dell’alfabeto greco simbolizza un'affascinante caratteristica fisico-chimica: il potenziale zeta, un potenziale elettrico che si forma nell’interfaccia tra le superfici del materiale e un liquido. Sembra complicato, ma è un concetto essenziale nella vita industriale di tutti i giorni. Che si tratti di pasta abrasiva per l’industria dei semiconduttori, del rivestimento delle fibre di vetro, della produzione di petrolio o di filtri, spesso una superficie perfetta dipende soltanto dal potenziale zeta . Anton Paar lanciò l’analizzatore elettrocinetico nel 1990, sostituendolo con il primo SurPASSTM, sviluppato internamente, nel 2006 e rivoluzionando il dispositivo con il SurPASSTM 3 nel 2015. Per aumentare la competitività sul mercato è ora disponibile il SurPASSTM 3 Eco, che costa 1/3 in meno rispetto al SurPASSTM 3. "Negli ultimi tempi non riuscivamo a realizzare progetti entusiasmanti, perché i clienti potevano permettersi solo un budget inferiore", spiega il Product Manager Thomas Luxbacher.

La versione Eco non offre tutti i perfezionamenti tecnici, ma può essere ampliata fino ad equivalere a un SurPASSTM 3. Ciononostante, offre un accesso semplice e perfetto alla misura del potenziale zeta. "Dopo avere installato il campione, basta una misurazione di soli due minuti per ottenere un risultato riproducibile", dichiara Thomas Luxbacher. Grazie alla sua naturale maneggevolezza, il dispositivo è interessante anche per il controllo industriale di qualità.

Esistono molti esempi applicativi, come l’analisi della ceramica; nulla a che vedere con le tazze colorate per le bevande calde... "Siamo in grado di analizzare componenti di ceramica necessari o utilizzati per filtri industriali. Si tratta di valutare come reagisce il materiale a contatto con i liquidi o nell’organismo", afferma Thomas Luxbacher. Spesso, le condizioni di carico sulla superficie devono essere modificate. "La maggior parte delle superfici forma un potenziale zeta negativo in acqua. Se un produttore di membrane sviluppa filtri per la ritenzione di virus, esse devono avere carica positiva per legare le particelle virali con carica negativa", sostiene il Product Manager. La misurazione del potenziale zeta conferma l’inversione di carica sulla superficie.

Rocce contenenti petrolio

Con questo dispositivo di misura è possibile affrontare anche i requisiti più complessi. Un esempio è rappresentato dall’analisi della roccia contenente petrolio, da cui deve essere estratto il petrolio greggio. L’estrazione di materie prime rappresenta un argomento di particolare interesse negli Stati Uniti. Per ridurre l’adesione di petrolio greggio nella roccia porosa durante l’estrazione (il cosiddetto recupero terziario), l’acqua salina è mescolata a determinati additivi e pompata nel serbatoio del petrolio. Il potenziale zeta dei campioni di roccia, solitamente disponibili come carote di sondaggio, determina il tipo di additivi.

Attualmente sono disponibili per lo strumento nove diversi supporti campione per solidi, fibre e altro. Il montaggio del campione e l’installazione avvengono in un clic; è inoltre possibile effettuare in modo lineare e senza sforzo una misura non distruttiva, anche con letture minime. Via libera, quindi, all’acquisizione di innovazioni nel campo dell’industria e della ricerca!